Eveho Group
+39 031 5140063
Torna indietro

Iscrizione VIES: quando e come effettuarla

iscrizione vies

Se la tua azienda effettua scambi commerciali intracomunitari, deve effettuare l’iscrizione al registro informatico VIES. Vediamo come. 

 

Una azienda intenzionata a investire nell’internazionalizzazione d’impresa, per avviare rapporti commerciali con Paesi esteri, deve adempiere ad alcune procedure burocratiche, come l’iscrizione VIES.

Il VIES, acronimo di VAT information exchange system, è un archivio comunitario informatico, all’interno del quale vengono registrate tutte le aziende autorizzate ad effettuare acquisti e vendite in Paesi esteri.

Si tratta di una procedura obbligatoria, che necessita di essere effettuata in modo corretto, secondo le direttive – periodicamente aggiornate – stabilite dagli enti preposti.

Nel caso dell’Italia, l’Agenzia delle Entrate.

 

VIES: a cosa serve

 

Prima dell’introduzione del mercato unico nel 1993, gli scambi di beni e servizi tra soggetti operanti nei Paesi dell’Unione Europea erano regolamentati da norme comunitarie e da leggi statali.

L’obiettivo dei controlli era principalmente quello di garantire un corretto sviluppo di un mercato centrale, riducendo al minimo eventuali frodi ed evasioni fiscali.

Dopo il 1 gennaio 1993, con l’abolizione delle dogane e delle frontiere interne, è stato introdotto un nuovo sistema di controllo dell’IVA, riducendo gli oneri per le imprese.

Attraverso il sistema informatico VIES, quindi, è possibile verificare la corretta iscrizione di una Partita IVA al registro, per assicurarsi la possibilità di effettuare scambi nei Paesi dell’UE.

 

Iscrizione VIES: chi deve richiederla

 

L’iscrizione VIES riguarda tutte quelle aziende che effettuano transazione intracomunitarie, operando nel territorio dello Stato o che hanno una sede stabile nel Paese, come indicato nel testo del Provvedimento del 15/12/2014, contenente:

“Modalità operative per l’inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all’art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio del 7 ottobre 2010 ai sensi dell’art. 35, comma 7- bis del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 (Pubblicato il 15/12/2014)”

Il testo completo del provvedimento è consultabile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, cliccando qui.

 

Iscrizione VIES: come richiederla

 

Se il soggetto richiedente ha le finalità indicate sopra, ovvero intende intraprendere l’esercizio di un’impresa, arte o professione nel territorio dello Stato, deve presentare domanda di iscrizione VIES.

Le modalità di iscrizione – completamente gratuita – sono due:

  • Come indicato nel punto 1.2 del provvedimento menzionato poc’anzi, le aziende che intendono iniziare l’attività devono compilare il campo “Operazioni Intracomunitarie” del quadro I dei seguenti modelli: AA7 per le aziende, AA9 per le imprese individuali e i lavoratori autonomi;
  • Le aziende già attive e operative, possono effettuare l’iscrizione tramite il sistema telematico messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, direttamente o via intermediario. Per procedere direttamente, è necessaria l’abilitazione a Entratel/Fisconline.

Verificato il possesso dei requisiti richiesti, l’iscrizione risulterà effettiva a partire dalla data di ricezione della domanda da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Per assicurarsi dell’avvenuta iscrizione al VIES, è possibile interrogare il sistema informatico, che trovi qui.

 

Iscrizione VIES: come cancellarsi dal registro

 

L’iscrizione al VIES è, come illustrato, gratuita ed obbligatoria, ma laddove il soggetto registrato dovesse decidere di non effettuare più scambi intracomunitari, può richiedere la cancellazione.

Quest’ultima può verificarsi per due ragioni:

  1. Per richiesta diretta da parte del soggetto, da effettuare telematicamente;
  2. Per decisione dell’ente, laddove dovessero emergere irregolarità nella domanda o nella gestione, oppure in caso di mancata presentazione dei modd. Intra per 4 trimestri consecutivi. In questo caso, l’Agenzia delle Entrate applicherà la presunzione di interruzione delle attività intracomunitarie, rimuovendo il soggetto dal registro VIES, previa comunicazione. Dalla ricezione della comunicazione il soggetto avrà 60 giorni di tempo per conservare la registrazione, dimostrando l’errore di presunzione.

Se la tua azienda opera nel commercio estero, ed effettua, di conseguenza, scambi commerciali intracomunitari, assicurati di avere l’iscrizione VIES e di provvedere a tutte le comunicazioni previste dagli enti di controllo nazionali e comunitari.

Eveho Group
Follow Us

Eveho Group

Eveho Group è un’azienda che fornisce servizi di consulenza per l'export di imprese italiane: lavoriamo ogni giorno con passione per fornire all’80% del tessuto imprenditoriale italiano tutto il supporto necessario, da quello comunicativo e linguistico a quello tecnico e finanziario, per fare in modo che il tuo prodotto/servizio sia venduto all’estero.
Eveho Group
Follow Us

I nostri consulenti sono sempre a vostra disposizione.

Hai qualche domanda?

Richiedi una consulenza gratuita

Eveho Srl

Sede Legale
Via Francesco Anzani, 9
22100 - Como - Italia

Eveho Srl

Sede Operativa
Via Vervio, 24
Roma - Italia

Eveho Ltd

Sede Legale
27 Palladium House 1-4 Argyll Street
London, W1F 7LD - Regno Unito

  • Como
  • Londra
  • Sofia
  • Tucson
  • Firenze
  • Roma
  • Catania