Eveho Group
+39 031 5140063
Torna indietro

Come aprire una società in Svizzera

Come aprire una societ in Svizzera

La Confederazione Elvetica attrae da sempre migliaia di professionisti ed imprenditori da tutto il mondo, grazie ai vantaggi che offre a chi fa impresa. Vediamo insieme quali sono. 

 

Aprire una società in Svizzera è un obiettivo molto diffuso tra gli imprenditori italiani ed Europei (e non solo), per una serie di vantaggi che illustreremo di seguito, ma non bisogna cadere nell’errore di pensare che sia una passeggiata.

Certo, da un punto di vista burocratico e legale aprire una società in Svizzera è sicuramente più agevole rispetto all’Italia, ma è necessario in ogni caso farsi affiancare da un consulente esterno, esperto in internazionalizzazione delle imprese, che possa guidare l’imprenditore lungo il percorso di avviamento dell’attività.

Purtroppo, l’immaginario collettivo, influenzato dai mass media, film e tv, ha una idea della Svizzera distante dalla realtà, una sorta di Paese libertario senza controlli di nessun genere, ma non è affatto così.

Non bisogna confondere il supporto all’imprenditorialità – punto di forza della Confederazione Elvetica – con una assenza di struttura super partes che regolamenti il tutto.

Cerchiamo di capire meglio cosa vuol dire aprire una società in Svizzera, prima di avventurarci in un progetto aziendale in terra elvetica.

 

Perché aprire una società in Svizzera

 

Aprire una società in Svizzera comporta una serie di vantaggi, che rendono questo Paese molto appetibile per gli imprenditori di tutto il mondo.

Vediamo insieme quali sono i principali vantaggi del fare impresa in Svizzera.

 

Quanto si paga di tasse in Svizzera?

 

La Svizzera è uno Stato Federale, in cui la tassazione è divisa tra lo Stato centrale, i Cantoni (23 in totale) e i Comuni (circa 3000).

Questo vuol dire che, a seconda del comune nel quale si apre la società in Svizzera c’è una tassazione differente.

Essendo la Confederazione Elvetica predisposta al liberismo economico, esiste una concorrenza fiscale tra i vari Cantoni, che cercano di attrarre investitori e imprenditori per convincerli ad aprire una società in Svizzera nella loro area di competenza.

In questo modo, si tende a mantenere le aliquote molto basse, in modo da essere più competitivi.

Infatti, tra tasse centrali e federali il peso fiscale per una società operante in Svizzera non supera, in media, il 25%, calcolato però non sul fatturato ma sull’utile di esercizio.

 

Costo del lavoro in Svizzera

 

La Svizzera è uno dei Paesi con il più basso costo del lavoro dell’Unione Europea. A differenza di Paesi come l’Irlanda, il Portogallo o l’Europa dell’Est, però, il costo del lavoro basso in Svizzera non è frutto di politiche di svalutazione della manodopera, quanto di sostegno alle imprese.

Infatti, il costo della vita in Svizzera è molto alto, e gli stipendi sono proporzionati ad esso.

In questo, la forbice tra Italia e Svizzera si allarga a dismisura, basti pensare che per uno stipendio netto di 1000 euro all’azienda italiana costa in tasse 1.300,00 €, in terra elvetica solo 200,00 €.

Il lordo in busta paga è composto dalle seguenti voci:

  • Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), Assicurazione invalidità (AI) e l’indennità di perdita di guadagno (IPG): 5,05% del salario lordo;
  • Assicurazione contro la disoccupazione: 1% del salario;
  • Previdenza professionale: a seconda dell’assicurazione e dell’età dell’assicurato, circa il 7,5% del salario assicurato;
  • Assicurazione contro gli infortuni non professionali: a seconda del settore, tra lo 0,7 e il 3,4% del salario.

Insomma, sommando tutte le voci si raggiunge circa il 20% di tasse, mentre in Italia con il costo di un dipendente si potrebbe, di fatto, assumerne un altro.

 

Quanto si paga di IVA in Svizzera?

 

Mentre in Italia si attende, a partire dal 1 gennaio 2018, l’aumento dell’aliquota IVA ordinaria dal 22% al 25%, e dell’aliquota ridotta IVA dal 10% all’11,5% – salvo variazioni – in Svizzera si applicano percentuali decisamente più basse.

L’IVA ordinaria Svizzera, infatti, è pari all’8%, mentre quella sui beni di consumo è del 2,5%.

Una differenza abissale con il nostro Paese, che si traduce in un risparmio per il consumatore e un vantaggio fiscale non indifferente per chi fa impresa.

 

Burocrazia e tempi di avviamento di una società in Svizzera

 

La Svizzera può vantare uno degli apparati pubblici più efficaci al mondo, e non è un caso che nel servizio pubblico si applichino le stesse regole del settore privato, in termini di assunzione e licenziamento.

I dipendenti pubblici non godono di una occupazione a vita, ma devono guadagnarsi il privilegio di lavorare per la Confederazione Elvetica, così come accade in una società privata.

Inoltre, vivendo in un clima di liberismo e di sana concorrenza tra i vari Cantoni per attrarre, come anticipato prima, investitori e imprenditori, gli uffici offrono servizi eccellenti in tempi record.

Per aprire una società in Svizzera si impiegano in media 7 giorni, durante i quali si effettua l’atto notarili di costituzione della società e la registrazione della stessa alla Camera di Commercio.

La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) mette a disposizione di chi vuole aprire una società in Svizzera un servizio telematico chiamato StartBiz.

La SECO offre, inoltre, una serie di informazioni utili per le PMI direttamente tramite il sito ufficiale, che puoi consultare cliccando qui.

 

Come aprire un conto corrente bancario in Svizzera

 

La Svizzera è nota nel mondo imprenditoriale e finanziario per le sue banche, in particolare per la sua fama di “paradiso fiscale”. Negli ultimi anni, però, la Svizzera ha sottoscritto alcuni accordi internazionali e con alcuni Paesi per aumentare la trasparenza bancaria. Infatti, dal 1° gennaio 2017 la Svizzera è uscita dai paesi black list.

Ogni cittadino maggiorenne può aprire un conto corrente in Svizzera, ma è importante ricordare che le banche si riservano il diritto di valutare il potenziale cliente e accettarlo o meno.

A fare la differenza è la reputazione della persona, per evitare che si attraggano in territorio svizzero fondi illeciti da cittadini particolarmente esposti.

Da quando la Svizzera ha siglato degli accordi con gli altri Paesi per rendere più trasparente il proprio sistema bancario – come la Convenzione OCSE sulla trasparenza fiscale, sulla cooperazione e l’assistenza amministrativa con gli altri Paesi – i correntisti non residenti nel Paese devono i devono versare e tenere sempre depositato un valore minimo di patrimonio.

Proprio per ragioni di sicurezza, non è possibile aprire un conto corrente online presso una Banca Svizzera, ma è necessario recarsi personalmente presso un consulente dell’istituto di credito prescelto e sostenere un colloqui conoscitivo, oltre a consegnare dei documenti.

 

Aprire una società in Svizzera: forme societarie

 

Come in ogni Paese del mondo, è possibile aprire una società in Svizzera scegliendo tra diverse forme societarie, a seconda delle necessità e degli obiettivi che ci si pone.

Le forme societarie tra le quali scegliere sono le seguenti:

  • Ditta individuale;
  • Società semplice;
  • Società in nome collettivo;
  • Società in accomandita;
  • Società Anonima;
  • Sagl;
  • Società Cooperativa;
  • Fondazione;
  • Associazione.

Un elemento di valutazione molto importante in fase di scelta della forma societaria è l’assunzione del rischio.

Infatti, chi apre una ditta individuale assume la responsabilità della stessa in modo illimitato, e non solo legata al valore del capitale sociale versato. Quindi, se la ditta individuale contrae dei debiti non saldati, il creditore può chiedere che vengano coperti con le finanze personali del titolare.

Per maggiori informazioni sulle forme societarie, ti invitiamo a consultare questa pagina dedicata.

 

Chi può aprire una società in Svizzera

 

In Svizzera vige l’accordo di libera circolazione delle persone, che consente ai cittadini dell’UE e dell’AELS di avviare una attività professionale in terra elvetica.

Per farlo, però, è richiesto un permesso di domicilio (Permesso C) o di un permesso di dimora (Permesso B), che ha una durata di 5 anni.

Se l’attività indipendente dovesse fallire, viene revocato il diritto di dimora, consentendo comunque al cittadino di cercarsi un posto di lavoro in Svizzera.

Per le Sagl e le Società anonime, invece, è richiesto che la società sia rappresentata rispettivamente da un cittadino residente in Svizzera e da un cittadino domiciliato in Svizzera.

 

Conclusioni

 

Come vedi, aprire una società in Svizzera presenta molti vantaggi ma, nonostante una burocrazia snella e veloce, gli adempimenti sono molti, senza contare che il mercato del lavoro elvetico – così come lo stile di vita locale – ha delle peculiarità che è necessario conoscere a fondo, onde evitare disagi.

Per questo, è preferibile farsi affiancare da un temporary export manager, che possa mettere a disposizione dell’imprenditore le proprie competenze e la conoscenza specifica del Paese nel quale si intende investire.

Eveho Group
Follow Us

Eveho Group

Eveho Group è un’azienda che fornisce servizi di consulenza per l'export di imprese italiane: lavoriamo ogni giorno con passione per fornire all’80% del tessuto imprenditoriale italiano tutto il supporto necessario, da quello comunicativo e linguistico a quello tecnico e finanziario, per fare in modo che il tuo prodotto/servizio sia venduto all’estero.
Eveho Group
Follow Us

I nostri consulenti sono sempre a vostra disposizione.

Hai qualche domanda?

Richiedi una consulenza gratuita

Eveho Srl

Sede Legale
Via Francesco Anzani, 9
22100 - Como - Italia

Eveho Srl

Sede Operativa
Via Vervio, 24
Roma - Italia

Eveho Ltd

Sede Legale
27 Palladium House 1-4 Argyll Street
London, W1F 7LD - Regno Unito

  • Como
  • Londra
  • Sofia
  • Tucson
  • Firenze
  • Roma
  • Catania